Sapienza in Movimento

2,273 supporters

    Started 2 petitions

    Petitioning Roberto Speranza, Presidenza del consiglio dei ministri, Governo Italiano, Conferenza Stato - regioni

    La formazione al primo posto, vaccinateci adesso!

    Nel suo discorso al Senato della Repubblica Italiana, il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi ha richiamo tutti noi alla valorizzazione del capitale umano, il merito, alla formazione. Questa attenzione dimostrata dal Premier è un buon punto d’inizio per la ripartenza dell’Italia, ora servono atti concreti.Serve investire subito, rimettendo l’istruzione e la formazione al primo posto della politica italiana. Risulta gravissimo, anche alla luce dell'attuale situazione sanitaria, che tutt’oggi moltissimi studenti non abbiano accesso alle vaccinazioni contro il Covid-19 e siano in questo modo costretti a non formarsi adeguatamente per quelle che saranno le loro professioni future: sostenere l’Italia del domani. Noi studenti Universitari di ogni Facoltà e Ateneo, siamo una risorsa fondamentale ed abbiamo bisogno di ritornare a vivere la nostra formazione a tutto tondo. Siamo disposti a tutti i sacrifici del caso ma è necessario che tutti gli studenti abbiano accesso il prima possibile alla vaccinazione, a partire da quelli dell’area medico-sanitaria, e poi l'intera popolazione studentesca. Solo così potremo avere quella formazione completa che ci consentirà di essere veramente protagonisti del futuro. È necessario aumentare gli spazi in cui essere vaccinati, anche in luoghi facilmente accessibili e apparentemente inusuali, sfruttando tutti i luoghi pubblici, oltre quelli già disponibili, per evitare le lunghe, anzi lunghissime file d'attesa che già ci sono. La petizione è per tutti gli studenti universitari d'Italia, condividila con i tuoi colleghi!

    Sapienza in Movimento
    2,025 supporters
    Petitioning European Parliament, European Commission, Sergio Mattarella

    Appello all' Europa: produciamo più vaccini!

    Abbiamo Vaccini con efficacia elevata, ma non vengono prodotti e somministrati.La crisi sanitaria sta causando milioni di vittime, mettendo in ginocchio l'economia reale, le istituzioni e le famiglie, in Italia, in Europa e nel Mondo.Nel parte ricca del Mondo la metà delle vittime sono persone anziane e noi giovani non stiamo facendo nulla per fermare questa immane tragedia. Perché i vaccini non si producono in massa? In questo momento l'unica priorità è accelerare le vaccinazioni e non possono esistere altri interessi pubblici o privati superiori a questo. La questione è seria. La campagna di vaccinazione non decolla, e questa è una certezza. I meccanismi di produzione e distribuzione saranno lenti e probabilmente inutili poiché il virus muterà troppo velocemente. Jonas Salk e Albert Sabin rinunciarono a brevetterare i vaccini contro la poliomelite, ciò permise a milioni di bambini di non ammalarsi e debellare quasi definitivamente uno dei virus più pericolosi del secolo scorso. Oggi la questione è molto diversa, le case farmaceutiche private fanno più ricerca rispetto al passato e contribuiscono a combattere molte malattie. La ricerca scientifica pubblica senza il supporto di quella privata avrebbe difficoltà nel completare passaggi fondamentali per lo sviluppo di farmaci e vaccini. Ciò però deve farci riflettere e considerare che questa particolare situazione pandemica globale non può essere affrontata come le altre malattie più o meno gravi, più o meno diffuse, questo virus va affrontato rapidamente e con più mezzi e forze possibili. Per questo motivo e solo per questo motivo chiediamo che in brevissimo tempo le autorità e le istituzioni europee e nazionali si impegnino a lavorare affinché il vaccino sia reso immediatamente accessibile e somministrato a tutti. Purtroppo, le attuali condizioni di produzione e distribuzione stanno creando importanti divari tra stati e regioni del Mondo. Tra qualche settimana questo divario sarà ancora più evidente. Abbiamo la possibilità di distruggere questo virus, ma stiamo perdendo tempo prezioso. Chiediamo di accelerare la produzione dei vaccini in ogni parte del Mondo o/e renderli liberi da vincoli di brevetto, come previsto dagli accordi internazionali e dettato da ogni principio che stabilisce come priorità assoluta il diritto alla vita di ogni singolo individuo. Si veda il TRIPs – Agreement on Trade Related Aspects of Intellectual Property Rights, che prevede la possibilità di sospendere un brevetto in caso di emergenze di sanità pubblica, concedendo licenze obbligatorie per la vasta produzione dei prodotti necessari.

    Sapienza in Movimento
    248 supporters