PROGETTO BARI

1,247 supporters

    Started 1 petition

    Petitioning UNESCO, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

    Costa dei Trulli Ripagnola PATRIMONIO DI TUTTI Firma la candidatura UNESCO

    Al Ministro dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del mare Al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo I sottoscritti chiedono, ai sensi della Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Mondiale, naturale e culturale, adottata dall’Unesco nel 1972, di promuovere la prima fase della candidatura del “tratto di costa tra Cozze e Polignano – Ripagnola”, nella terra di Bari, attraverso l’iscrizione del sito succitato nella “tentative list italiana” del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Noi riteniamo che quel tratto di costa risponda a più di uno dei criteri fissati nelle linee guida Unesco per essere considerato di eccezionale valore universale ed essere meritevole di diventare il 55mo sito italiano e il 1093mo nel mondo. Infatti in quel tratto di costa, il paesaggio evoca una profonda e antica interazione tra l’uomo e il suo ambiente. In questi luoghi si riflette la relazione che si è sviluppata nel tempo tra i diversi tipi di terreno e la varietà delle coltivazioni, cosi da offrire un panorama di grande armonia ed equilibrio estetico del paesaggio, per la varietà architettonica e storica degli elementi costruiti associati alle attività di produzione agricola: le architetture rurali con le recinzioni degli spazi destinati alla residenza e al lavoro, la pavimentazione degli spazi aperti residenziali o produttivi (aia), i muretti a secco, i sistemi di canalizzazione, irrigazione e approvvigionamento idrico (molini d’acqua), i sistemi di contenimento dei terrazzamenti, i ricoveri temporanei (trulli) anche in strutture vegetali o grotte e i segni della religiosità locale (ipogei) e la particolare vegetazione inserite in un paesaggio naturale mozzafiato. Tutto ciò rappresenta una testimonianza unica e straordinaria. Infatti nel caso specifico, il sito in questione conserva numerose testimonianze di un’architettura rurale tradizionale, di interesse storico e archeologico, frutto dell’attività dell’imprenditore agricolo e dell’ambiente naturale. Tale interazione tra uomo e territorio esprime una serie di valori culturali legati non solo alle tradizioni agricole locali, ma anche e soprattutto alle tecniche architettoniche e costruttive realizzate e sviluppate nei secoli scorsi. Proprio la molteplicità di elementi e manufatti testimonianza della storia e delle pratiche agricole di eccellenza rappresenta un archetipo di paesaggio rupestre pugliese. Per questo chiediamo ai responsabili dei due dicasteri di avviare il percorso di valutazione da parte del World Heritage Center. Contestualmente invitiamo l’Amministrazione regionale, ai sensi del dispositivo legislativo nazionale, quale la Legge n. 378/2003 “Disposizioni per la tutela e la salvaguardia dell’architettura rurale” e la legge regionale in materia di utilizzo e valorizzazione dell’architettura rurale, n. 69 del 27 luglio 1998 e delle altre norme statali e regionali in materia di tutela del paesaggio, in questa fase di: - assicurare la tutela, la conservazione, la valorizzazione e la trasmissione alle generazioni future del patrimonio culturale e naturale, - adottare linee politiche volte a dare al patrimonio una funzione nella vita della comunità, - integrare la tutela del patrimonio nell’ambito dei programmi di pianificazione, - mettere in opera servizi di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio, - avviare studi scientifici e tecnici per individuare le azioni necessarie a neutralizzare i pericoli ai quali è esposto il patrimonio, - adottare le necessarie misure giuridiche, scientifiche, tecniche, amministrative e finanziarie per tutelare il patrimonio, - fornire informazioni al Comitato per il patrimonio mondiale riguardo all’applicazione della Convenzione per il patrimonio mondiale e allo stato di conservazione dei beni.

    PROGETTO BARI
    1,247 supporters