GROSSETO AL CENTRO

329 supporters

GROSSETO AL CENTRO è un’associazione apartitica (non fa quindi riferimento a nessun partito politico locale o nazionale) che si avvale della partecipazione diretta dei cittadini. Lo scopo dell’associazione è mettere le persone al centro della scena sociale, culturale e politica per contribuire a costruire un’amministrazione pubblica che rispecchi le reali esigenze quotidiane dei cittadini. A tal fine vogliamo creare una rete apartitica di persone libere che possa contribuire a migliorare il nostro territorio e la qualità delle relazioni della nostra comunità. GROSSETO AL CENTRO si fonda sui valori costituenti dello Stato espressi dalla Costituzione della Repubblica Italiana, promuove i diritti individuali definiti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, difende la libertà di opinione, di espressione, di comunicazione, di informazione ed opera secondo i principi fondanti e fondamentali di libertà, uguaglianza, dignità, equità, solidarietà, fraternità, rispetto, sussidiarietà e sostenibilità. GROSSETO AL CENTRO si propone di promuovere un movimento di opinione e attività tendenti allo sviluppo umano, sociale, culturale, politico ed economico della comunità, per favorire azioni e stili di vita che migliorino il benessere personale e della collettività, basati sul rispetto della vita, sulla difesa dei diritti umani, sulla riduzione degli squilibri che impediscono a tutti gli esseri umani di vivere dignitosamente la propria vita, sulla salvaguardia dei beni comuni e dell’ambiente e sulla valorizzazione del patrimonio storico­-culturale e delle risorse, in un’ottica anche economica, del nostro territorio. Facciamo questo coinvolgendo i cittadini nelle decisioni delle istituzioni pubbliche mediante metodi e strumenti di democrazia partecipativa, ispirandoci a principi di onestà, legalità, laicità, equità, solidarietà, sussidiarietà, sostenibilità, rispetto, competenza e trasparenza, operando per un miglioramento della politica e della pubblica amministrazione. Lo slogan che riassume la visione di GROSSETO AL CENTRO è: “La partecipazione dei cittadini per una Grosseto capitale del benessere: Natura, Cultura, Turismo”.

Started 1 petition

Petitioning Antonfrancesco Vivarelli Colonna sindaco di Grosseto

Difendiamo la spiaggia libera di Marina di Grosseto: No al 32esimo stabilimento balneare!

I sottoscritti cittadini firmatari presentano al sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna la seguente PETIZIONE PER REVOCARE LA PROCEDURA DI CONCESSIONE ALL’ULTERIORE TRENTADUESIMO STABILIMENTO BALNEARE A MARINA DI GROSSETO E PER MANTENERE L’ATTUALE SPIAGGIA LIBERA con la quale, letta la Deliberazione della Giunta comunale n. 310 del 05 agosto 2021 ad oggetto: “Avvio procedimento amministrativo ed attività di natura amministrativa e/o tecniche necessarie per pubblicazione bando pubblico finalizzato a concessione demaniale marittima in frazione Marina di Grosseto con finalità di struttura per l'esercizio di attività connesse alla balneazione con specializzazione per portatori di handicap”, considerato che il demanio marittimo è finalizzato all’interesse collettivo della libera fruizione e solo marginalmente ed eccezionalmente può essere finalizzato a interessi privatistici attraverso concessioni ai privati; la balneazione e il soggiorno balneare sono considerate attività salutari e dunque di interesse pubblico; il litorale di Marina di Grosseto, per i nostri concittadini, è quello più popolare perché più facilmente raggiungibile (trasporto pubblico, pista ciclabile) anche da chi non ha un mezzo motorizzato e non si può permettere spostamenti verso lidi più lontani; la porzione di spiaggia libera interessata dalla nuova concessione in oggetto è una delle ultime due rimaste, nella parte centrale della frazione, in una zona molto satura di stabilimenti balneari; in caso di sottrazione della spiaggia libera, l’alternativa obbligata, per chi non potesse pagare i servizi dei privati, sarebbe quella di allontanarsi verso Fiumara o verso Principina a Mare; che le finalità inserite nell’articolo 1 del sopracitato bando di gara, pur indirizzate ad uno “sviluppo sostenibile e della salvaguardia delle risorse del territorio” e che “pertanto sono consentite solo utilizzazioni che non compromettano le risorse ambientali”, non contemplano il fatto che l’eventuale realizzazione di quanto contenuto nel bando determinerebbe la pressoché completa privatizzazione di tutto il litorale marittimo della frazione di Marina di Grosseto, che già vede la presenza di altri 31 stabilimenti balneari e relative concessioni; che la motivazione utilizzata nel bando “con specializzazione per portatori di handicap” risulta solo apparente, quindi illegittima, considerato che l’accessibilità e la fruibilità alle persone con disabilità deve essere garantita, per legge, da tutti gli stabilimenti balneari già esistenti; che, in base a quanto contenuto nell’articolo 5, i vantaggi economici per il Comune di Grosseto, risultano esigui (“Il canone complessivo sulla base del presunto utilizzo di tutta la previsione sull'area demaniale concessa è determinato in via provvisoria in € 5.214,18”) e sicuramente sproporzionati rispetto al depauperamento conseguente alla perdita di un arenile già destinato alla libera fruizione da parte della collettività; che la concessione di cui al bando in questione comporterebbe ulteriore consumo di suolo pubblico collegato alla costruzione di un ulteriore stabilimento balneare, cioè di opere di non facile rimozione; CHIEDONO che l’Amministrazione Comunale revochi la procedura avviata e non dia la concessione per l’ulteriore (trentaduesimo) stabilimento balneare nella frazione di Marina di Grosseto, adducendo il superiore interesse pubblico insito nel mantenimento dell’attuale spiaggia libera.  

GROSSETO AL CENTRO
329 supporters