DEMOCRAZIA ATEA

0 supporters

Democrazia Atea è un partito politico che si fonda sul principio di libertà dalla oppressione religiosa, sul principio di uguaglianza, sul principio delle pari condizioni, immune da pregiudizi e preconcetti politici, razziali, sociali e religiosi. Scopo del Partito è quello di dare voce, con rappresentanze istituzionali, agli atei e agli agnostici e a tutte le minoranze penalizzate dalla oppressione religiosa in Italia e in Europa. DEMOCRAZIA ATEA, consapevole della influenza che le religioni esercitano sull’etica dei popoli, pone tra le proprie finalità, quella di liberare le istituzioni da qualsivoglia ingerenza derivante dalle credenze e dalle superstizioni, con particolare riferimento alle interferenze che possano derivare dalle organizzazioni religiose. DEMOCRAZIA ATEA si propone di tutelare la spiritualità anche dei non atei attraverso iniziative tese alla emancipazione dei credenti dai mediatori della spiritualità. DEMOCRAZIA ATEA si riconosce nei valori, nei principi e nelle regole democratiche sancite dalla Carta Costituzionale e conserverà nelle proprie finalità politiche l’abrogazione dell’art. 7 della Costituzione fino a quando lo Stato del Vaticano non avrà sottoscritto per adesione la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo adottata dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite il 10.12.1948; la Convenzione delle Nazione Unite sui diritti della persone con disabilità approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006; e infine fino a quando non avrà ratificato con lo Stato Italiano un trattato di collaborazione giudiziaria. Tra gli scopi di DEMOCRAZIA ATEA c’è l’abrogazione della legge 27.5.1929 n. 810 e 25.3.1985 n. 121. DEMOCRAZIA ATEA si propone di promuovere attraverso i propri rappresentanti, iniziative tese a tutelare la laicità nelle istituzioni pubbliche, con particolare riferimento alle scuole di qualsiasi grado, agli ospedali pubblici ma anche agli ospedali privati se convenzionati con il servizio sanitario nazionale, agli uffici giudiziari, ai ministeri, alle sedi delle amministrazioni pubbliche, centrali e locali, nel rispetto delle diverse concezioni filosofiche, religiose ed etiche.

Started 0 petitions