Advertising Guidelines

Change.org ospita la più grande piattaforma gratuita di petizioni al mondo, per dare potere alle persone idi creare il cambiamento che vogliono vedere ovunque vivano. Per aiutare a finanziare questa piattaforma, Change.org consente a organizzazioni di pubblicizzare petizioni verso quegli utenti che potrebbero essere interessati al loro lavoro.

Le pubblicità su Change.org appaiono come petizioni sponsorizzate, simili ai link sponsorizzati su Google, i video sponsorizzati su YouTube e i tweet sponsorizzati su Twitter. Ci impegniamo a servire gli utenti personalizzando le petizioni sponsorizzate sulla base dei loro interessi.

Come piattaforma aperta con decine di milioni di utenti diversi, Change.org ospita petizioni sponsorizzate che rappresentano una vasta gamma di punti di vista. Noi non approviamo né siamo affiliati a nessuna petizione sponsorizzata o organizzazione ad esse associate.

Come altre piattaforme effettuano pubblicità online, abbiamo una serie di linee guida per garantire che l'esperienza di Change.org sia chiara e sicura per i nostri utenti e inserzionisti:

  1. Change.org non accetta annunci pubblicitari da gruppi, enti o persone che istigano l’’odio.
  2. La pubblicità su Change.org non può istigare l’odio, la violenza o nessuna discriminazione. In particolare, gli annunci non possono:
    • Promuovere il bullismo, le molestie, le intimidazioni
    • Promuovere gruppi di odio, o persone e realtà ad essi associate
    • Utilizzare o promuovere interventi improntati all'odio
    • Esplicitamente invocare alla discriminazione di un gruppo protetto, razziali, di origine etnica, colore della pelle, paese d’origine, fede religiosa, disabilità fisiche, sesso, orientamento sessuale, identità di genere, stato di veterano, orientamento sessuale.
  3. Gli inserzionisti devono garantire che i loro annunci rispettino tutte le leggi e ai regolamenti applicabili in tutte le giurisdizioni di loro competenza.
  4. Change.org si riserva il diritto di rifiutare pubblicità sulla base di limitazioni tecniche, limiti delle risorse o per proteggere la Società e i nostri utenti.