Fermiamo il progetto del Grande Raccordo Anulare Bis di Roma
  • Petitioned Ministero dell'Ambiente.

This petition was delivered to:

Ufficio Relazioni con il Pubblico
Ministero dell'Ambiente.
Ufficio relazioni con il pubblico
Provincia di Roma
Segreteria di Corrado Passera, Ufficio Relazioni con il Pubblico
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Minstero dei Beni Culturali
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Regione Lazio
Dipartimento Mobilità e Trasporti
Comune di Roma
Ufficio di Segreteria del Consiglio dei Ministri
Consiglio dei Ministri

Fermiamo il progetto del Grande Raccordo Anulare Bis di Roma

    1. Massimo Tennenini
    2. Petition by

      Massimo Tennenini

      Italy

Il progetto del GRA bis prevede 34 chilometri di strada – di cui 9 su viadotti e 8,5 in galleria con tre corsie per entrambi i sensi di marcia. Secondo le attuali previsioni i costi potrebbero aggirarsi sui 48 milioni di euro al chilometro, per un totale di 1,7 miliardi di euro. La nuova autostrada passerà nella riserva di Decima – Malafede, zona di produzione di agricoltura biologica, attraverserà la via Appia Antica, area di inestimabile valore storico, le aeree di San Marco e Fontana Candida, dove si produce il vino Frascati, le zone di produzione del pecorino romano DOP nel Divino Amore e a Fioranello.

Il nuovo GRA è un’idea di sviluppo vecchia e ottusa, in una città che invece avrebbe bisogno di una seria pianificazione urbanistica e investimenti importanti nel trasporto pubblico, con realizzazione di infrastrutture veramente rivolte ai bisogni della collettività.

La nuova autostrada sarà un disastro per l'ambiente e il paesaggio, per la cultura e l'economia delle comunità locali. Il fiume di soldi destinato a questa orrenda opera, potrebbe invece servire a finanziare progetti di mobilità sostenibile, utili per i cittadini, per il turismo e per l'economia locale.

To:
Ministero dell'Ambiente., Ufficio Relazioni con il Pubblico
Provincia di Roma, Ufficio relazioni con il pubblico
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Segreteria di Corrado Passera, Ufficio Relazioni con il Pubblico
Minstero dei Beni Culturali, Ufficio Relazioni con il Pubblico
Regione Lazio, Ufficio Relazioni con il Pubblico
Comune di Roma, Dipartimento Mobilità e Trasporti
Consiglio dei Ministri, Ufficio di Segreteria del Consiglio dei Ministri
Fermiamo il progetto del Grande Raccordo Anulare Bis di Roma

Sincerely,
[Your name]

Recent signatures

    News

    1. Reached 50 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

      • 10 months ago

      primo perchè il raccordo passerà sopra la mia casa e sopra la mia coltivazione di vino quindi distruggerà tutto in un lampo amiamo vivere qui proprio per il rapporto

      REPORT THIS COMMENT:
    • luca perrone ROMA, ITALY
      • 10 months ago

      Bisogna incentivare l'uso del trasporto pubblico e migliorarlo

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      bisogna creare progetti di mobilità alternative e sostenibile. non creare nuove autostrade per snellire il traffico cittadino

      REPORT THIS COMMENT:
    • luca scialpi ROMA, ITALY
      • over 1 year ago

      Pretendo che il ministero delle infrastrutture e dei trasporti proponga in tempi brevissimi una pianificazione urbanistica seria e moderna che deve essere basata sui mezzi di trasporto pubblicie e collettivi e non può incentivare l'utilizzo delle autovetture private in ambito urbano., scelta assurda perchè velenosa per una città dove le emissioni in atmosfera dovite al traffico su gomma sono fuori controllo da decenni. Ministri, fermatevi a riflettere sulle gravissime conseguenze di questa opera.

      REPORT THIS COMMENT:
    • flavia melillo NEW YORK, ITALY
      • over 1 year ago

      La nuova autostrada sarà un disastro per l'ambiente e il paesaggio, per la cultura e l'economia delle comunità locali. Il fiume di soldi destinato a questa orrenda opera, potrebbe invece servire a finanziare progetti di mobilità sostenibile, utili per i cittadini, per il turismo e per l'economia locale.

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.