• Petitioning Parlamento, Governo e Presidente della Repubblica Italiana

This petition will be delivered to:

Parlamento, Governo e Presidente della Repubblica Italiana

Diritto di voto per i cittadini in mobilità in Italia e all'Estero

    1. Petition by

      Voto Studenti italiani all'estero

Il 24 e il 25 Febbraio 2013 l’Italia è andata alle urne. Tuttavia, a migliaia di italiani impegnati all’estero o in città italiane differenti dalla loro città di residenza per studio, lavoro, volontariato, è stato negato il diritto di voto per la mancanza di appositi strumenti legislativi che sono invece presenti da tempo in tutte le altre democrazie occidentali. 
Per noi italiani all’estero o in mobilità all'interno dei confini nazionali é previsto soltanto il ritorno nella città di residenza come unica possibilità per esprimere la nostra preferenza politica, e a nostre spese (salvo alcune convenzioni con le aziende di trasporto aereo e ferroviario, che si sono rivelate comunque insufficienti ed inefficienti per garantire il diritto di voto). 

​Nonostante ciò, senza colori politici e con il solo obiettivo di far valere il nostro diritto costituzionale, non ci siamo arresi e abbiamo fatto sentire la nostra voce: i comitati “IoVotoFuoriSede” e “IoVoglioVotare”, con l’aiuto offerto dalla azienda ID Technology hanno proposto una piattaforma per il voto on-line, e il gruppo “IoVotoLoStesso” ha raccolto le forze di tanti giovani all’estero per organizzare e autogestire dei seggi simbolici in 26 città europee. 
​Gli italiani temporaneamente all’estero e i cittadini in mobilità in Italia hanno fatto sentire la loro presenza e la voglia di partecipare alle sorti del paese, soprattutto in un momento così critico per la situazione politica italiana. 

Le azioni dimostrative, però, non sono state l’unica iniziativa portata avanti: con la collaborazione del Comitato “IoVotoFuoriSede”, abbiamo elaborato un disegno di legge che consenta a tutti gli italiani temporaneamente all’estero di poter votare. 
Chiediamo che i Parlamentari appena eletti, il Governo e il Presidente della Repubblica riconoscano il nostro impegno, la nostra voglia di partecipare, e non rendano vana la nostra protesta.

Non possiamo più accettare di vedere calpestato il nostro principale diritto democratico a causa dei ritardi delle nostre Istituzioni: eliminiamo definitivamente la grave lacuna legislativa che per troppi anni ha leso uno dei diritti fondamentali della nostra Repubblica e recuperiamo il ritardo che ci separa dal resto dei cittadini europei che vedono questo diritto affermato da molto tempo. 

Con questa petizione facciamo un appello al Parlamento perché discuta e voti al più presto i due disegni di legge allegati alla petizione: quello sul diritto di voto per gli italiani temporaneamente all’estero che abbiamo elaborato e quello per i cittadini in mobilità in Italia del comitato “IoVotoFuoriSede” già presentato nella scorsa legislatura come ddl 3054 e mai discusso. 

Proposta di legge per cittadini in mobilità all'estero: https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxpb3ZvdG9mdW9yaXNlZGV8Z3g6NjNlOGVkMTU4MjNiNDYzOQ

Proposta di legge per cittadini in mobilità in Italia: http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede_v3/Ddliter/testi/37733_testi.htm

Primi Firmatari 

Stefano La Barbera (Comitato IOVOTOFUORISEDE) 
Federica Rampulla (Comitato IOVOTOFUORISEDE) 
Alessandra Porfido (IoVotoLoStesso) 
Annalisa Autiero (IoVotoLoStesso)

Riferimenti on-line 
Mobilità in Italia 
www.iovotofuorisede.it 
iovotofuorisede@gmail.com

Mobilità all'estero 
www.votoestero.altervista.org/ 
www.facebook.com/pages/IOVOTOLOSTESSO/567131519963651?fref=ts
www.facebook.com/italianiesclusidalvoto

elezioniallestero@gmail.com

studentiesclusidalvoto2013@gmail.com

To:
Parlamento, Governo e Presidente della Repubblica Italiana
Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo scritto i disegni di legge,
ora tocca a voi discuterli ed approvarli, perchè nessun cittadino italiano veda più leso il proprio diritto di voto.

Sincerely,
[Your name]

Recent signatures

    News

    1. Reached 250 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • Anna D BOLOGNA, ITALY
      • 6 months ago

      Sono una studentessa fuori sede che vuole avere la possibilità di votare a un sacco di km da casa senza dover fare interminabili viaggi in treno per 3 giorni!

      REPORT THIS COMMENT:
    • paolo calzavara MILAN, ITALY
      • 11 months ago

      i cittadini in mobilita' sono italiani che pagano le tasse anche in Italia

      REPORT THIS COMMENT:
    • Paolo Cugini ITALY
      • 11 months ago

      anch'io ho studiato e lavorato fuori sede, anche all'estero conosco bene il problema e condivido tutto; solo ho qualche dubbio sui costi (nelle città nn si potrebbe far votare nei consolati?) e sullo scambio diretto fra i diversi consolati e comuni (ad esempio immagino che i piccoli comuni possano avere problemi; non si può far passare tutto attraverso il MAE e gli uffici elettorali provinciali?). Infine segnalo analoghe proposte di legge come quella ottima dell'on. Ceccanti

      REPORT THIS COMMENT:
      • 11 months ago

      Per far rispettare il mio diritto come cittadina e persona libera.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Daniele Santucci AUSTRALIA
      • 11 months ago

      Votare è un diritto e un dovere, ovunque siamo!

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.