Sanzione a Gruppo Mediaset per la trasmissione "La guerra dei vent'anni..."
  • Petitioned AGCOM Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

This petition was delivered to:

Centro Direzionale, Isola B5 - 80143 Napoli - Tel. 081/7507111
AGCOM Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Via Isonzo 21/b, 00198 Roma - Tel. 06/69644111
AGCOM Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Roma)
Piazza G. Verdi, 6/a - 00198 Roma - Tel: +39.06.85.82.11
AGCM Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Sanzione a Gruppo Mediaset per la trasmissione "La guerra dei vent'anni..."

    1. francesco gangemi
    2. Petition by

      francesco gangemi

      verona, Italy

Lo scorso 12 maggio in prima serata è andato in onda su canale 5 «La guerra dei venti anni», uno speciale che ricostruiva la vicenda processuale di Silvio Berlusconi, imputato per concussione e prostituzione minorile per la vicenda di Karima el Marough, alla vigilia della requisitoria del Pm Ilda Boccassini.

Lo speciale è stato un comizio, un utilizzo delle proprie reti da parte di Berlusconi per una controrequisitoria. 

"Eppure, qualche norma esiste per impedire tutto questo. Si tratta degli articoli 3 e 7 del testo unico della radiotelevisione (d.lgs. n. 177/2005), disposizioni quest’ultime che tendono ad assicurare le necessarie condizioni di imparzialità nell’informazione televisiva. In base a queste norme le trasmissioni di informazione, compresi i telegiornali, le rubriche e le trasmissioni di approfondimento, sono tenute ad assicurare l’equilibrio delle presenze politiche, ad evitare che i conduttori dei programmi abbiano un comportamento fazioso, ad essere obiettive.

Ma è soprattutto l’atto di indirizzo sulla rappresentazione dei processi in Tv (delibera Agcom 13/08/CSP) ad essere stato clamorosamente violato. Per chi non lo ricorda, si tratta di un provvedimento voluto per colpire Santoro e le sue docufiction. Molto scalpore destò allora l’intervento dell’Agcom e dunque ci sarebbe aspettati che oggi qualcuno lo ricordasse: “chi di spada ferisce di spada perisce”. Ed invece nulla. Le disposizioni dell’atto di indirizzo, presidiato da un apposito comitato, sono però chiare. Cito l’incipit: “le emittenti radiotelevisive pubbliche e private […]sono tenute a garantire l’osservanza dei principi normativi di obiettività, completezza, lealtà e imparzialità dell’informazione, rispetto delle libertà e dei diritti individuali, ed in particolare della dignità della persona e della tutela dei minori, in tutte le trasmissioni che hanno ad oggetto la rappresentazione di vicende e fatti costituenti materia di procedimenti giudiziari in corso, quale che sia la fase in cui gli stessi si trovino.” Ed ancora: “…. la cronaca giudiziaria deve sempre rispettare i principi di obiettività, completezza, correttezza e imparzialità dell’informazione e di tutela della dignità umana […]e rifuggendo da aspetti di spettacolarizzazione suscettibili di portare a qualsivoglia forma di “divizzazione” dell’indagato, dell’imputato o di altri soggetti del processo”. Infine, la violazione di tutte queste disposizioni é sanzionabile con pesanti multe. Chi è il giudice del caso? Ovviamente la stessa Agcom." (Estratto da "La delibera AgCom sui processi in Tv serviva solo a zittire Santoro?" di Nicola D'angelo -che ringrazio) 

Le regole insomma già esistono a vanno fatte rispettare. Agcom deve invocare il rispetto della legge e porre una limitazione a questa palese manifestazione del conflitto di interessi. 

Recent signatures

    News

    1. Reached 250 signatures
    2. Inviata segnalazione ad Agcom

      francesco gangemi
      Petition Organiser

      Cari co-firmatari, sarò breve.
      Oggi abbiamo inviato modulo adeguatamente compilato ad Agcom per segnalargli le irregolarità della trasmissione in oggetto.
      Per il principio del "più siamo e meglio è", vi chiedo di segnalare anche voi la trasmissione con la compilazione del modulo che trovate a questo link http://www.agcom.it/Default.aspx?message=contenuto&DCId=469 (MODELLO DENUNCIA DI VIOLAZIONE DEL "CODICE MEDIA E SPORT")
      È tutto molto rapido e semplice.

      Una volta ricevuta l'istanza e ritenuta la stessa ammissibile e non manifestamente infondata, il Presidente del Comitato sarà costretto a nominare, d’intesa con il Vice Presidente, un Relatore scelto fra i componenti effettivi in rappresentanza dell’Autorità. Poi successivamente interverrà direttamente Agcom per le sanzioni.

      Grazie per la collaborazione a tutti!

    3. Reached 200 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • SARA VENTILII ROME, ITALY
      • about 1 year ago

      si dovrebbe scrivere un'enciclopedia su questi motivi ma per brevità dico solo che quando per la prima volta ho visto lo spot in tv mi sono sentita male e sono rimasta come l'Urlo di Munch davanti al video...

      REPORT THIS COMMENT:
      • about 1 year ago

      E' importante non condizionare, ma informare i telespettatori, dunque i cittadini, in vicende private giudiziarie legate ad un politico, in quanto si stanno creando da tempo formazioni legate o non, al partito PDL, dopo campagne di beatificazione di Berlusconi, istruite a non avere capacità critica e spesso violente.Tutto ciò è impensabile in un Paese ''civilizzato'' e che soprattutto fa parte dell'Unione Europea.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Lidia Beduschi MANTOVA, ITALY
      • about 1 year ago

      Convintamente!

      E vi chiedo di firmare UN TAVOLO DELLA SOVRANITA' POPOLARE per l'attuazione dell'Art. 53 della Costituzione: solo un fisco giusto ci rende cittadini!

      Grazie

      Lidia Beduschi

      REPORT THIS COMMENT:
      • about 1 year ago

      Perche' a tutto si preoccupa il maggiore azionista di Mediaset, tranne che il vero bene di questo Paese, che "srrattona"da 20anni.

      '

      REPORT THIS COMMENT:
      • about 1 year ago

      La legge è uguale per tuttti ?

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organising tools. Find out how to get started.