• Petitioned Giovanna Melandri

This petition was delivered to:

Presidente della Fondazione Maxxi
Giovanna Melandri
Presidente della Fondazione Maxxi
Giovanna Melandri

Il film di Emmott non deve essere censurato

    1. Stefano Corradino
    2. Petition by

      Stefano Corradino

      Roma, Italy

  1.  
  2.   
February 2013

Victory

Il film Girlfriend in a coma verrà proiettato in Italia prima delle elezioni. La prima del film è in programma per mercoledì 13 febbraio, al teatro Eliseo nel centro di Roma, lo stesso giorno in cui era in programma la prima al Maxxi, poi cancellata su richiesta della direttrice Giovanna Melandri. Inoltre Sky manderà in onda in prima tv il film il 15 febbraio.

La sera del 1 febbraio, alla notizia che il film di Bill Emmott e Annalisa Piras non sarebbe stato proiettato prima delle elezioni per la sua "valenza politica" non mi sono domandato chi fosse il promotore del divieto. Mi indignava il fatto che un film, una riflessione in chiave cinematografica sul nostro Paese e sul suo triste declino potesse disturbare qualcuno. In questi ultimi venti anni, purtroppo, abbiamo assistito troppe volte a forme di censura, palesi o surrettizie ai danni della libertà di espressione. In tv, a teatro, nel cinema. Da destra (in gran parte) ma talvolta anche nel centro sinistra. Per questo ho deciso di lanciare attraverso l'ottima piattaforma Change.org una petizione per chiedere che chi aveva vietato la proiezione del film il 13 febbraio tornasse sui suoi passi.

Hanno firmato in pochi giorni 32mila persone; e la proiezione al Teatro Eliseo promossa dall'Espresso e la messa in onda su Sky è anche una vittoria delle 32mila donne e uomini che non volevano che il film fosse censurato, che volevano evitare l'ennesima brutta figura in Italia e all'estero.

Stefano Corradino

Il film "Girlfriend in a coma" realizzato da Bill Emmott, giornalista ed ex direttore dell'Economist e da Annalisa Piras, film-maker e corrispondente da Londra per "l'Espresso", non sarà proiettato nelle sale prima delle elezioni per la sua "valenza politica".

A renderlo noto con un impetuoso tweet è lo stesso Bill Emmott: "INCREDIBLE! MAXXI Rome, on Culture Ministry orders, has revoked Girlfriend in a Coma Feb 13 Italy premiere booking. CENSORSHIP. STUPIDITY". Tradotto: il Ministero della Cultura (Mibac) avrebbe incredibilmente deciso di rinviare la "prima" prevista per il 13 febbraio al Maxxi di Roma.

Censura o stupidità si chiede Bill Emmott e ci chiediamo noi? In realtà il rinvio sarebbe stato deciso da Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi.

Il film di Emmott e Piras riflette sul declino politico e morale dell'Italia degli ultimi 20 anni. Perché non si dovrebbe proiettare un film "politico" prima delle elezioni? Se passasse questo concetto dovrebbe essere cancellata la programmazione dalle sale di decine di film italiani e internazionali, attualmente in circolazione, che hanno "valenza politica" quanto trattano di guerra, di lavoro, di eutanasia...

Sono Stefano Corradino, direttore di Articolo21, un sito internet che si batte da anni contro ogni forma di censura e bavaglio, nei media, nella carta stampata, nel cinema.

Con questa petizione chiediamo a Giovanna Melandri di fare marcia indietro, di riprogrammare l'uscita del film prima delle elezioni, così da evitare l'ennesima brutta figura in Italia e all'estero.

To:
Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione Maxxi
Giovanna Melandri, Presidente della Fondazione Maxxi
Il film Emmott non deve essere censurato

Sincerely,
[Your name]

Recent signatures

    News

    1. Il video messaggio di Bill Emmott che ringrazia i 32.000 firmatari

      Salvatore Barbera
      Campaigns Director, Italy

      Girlfirend in a coma arriva in Italia

      Il video messaggio di Bill Emmott che ringrazia i 32.000 firmatari della petizione su http://change.org/no-censura-emmott

    2. La mobilitazione online che abbatte la censura

      Salvatore Barbera
      Campaigns Director, Italy

      La mobilitazione online che abbatte la censura

      Grazie alla mobilitazione online di decine di migliaia di persone, il documentario Girlfriend in a coma, tratto dal libro dell'ex direttore dell' Economist, Bill Emmott, e diretto da Annalisa Pirras, verrà proiettato in Italia prima delle elezioni. Infatti, dopo la decisione di Sky di mandare in onda il film il 15 febbraio, il settimanale l'Espresso si è attivato per organizzare un'anteprima pubblica.

    3. Reached 30,000 signatures
    4. Bill Emmott ci scrive

      Salvatore Barbera
      Campaigns Director, Italy

      Bill Emmott ha scritto ad Articolo21 e Change.org per ringraziare le oltre 23.000 persone cha hanno aderito alla petizione. Ecco un estratto:
      "Annalisa Piras ed io siamo molto grati ed incoraggiati dal supporto di tutti quelli che hanno firmato la petizione promossa da Articolo21 e Change.org. Significa molto per noi. La decisione del MAXXI illustra alcuni punti molto importanti riguardo alla libertà d’espressione e la libertà dei media in Italia. Innanzitutto ci mostra che la politicizzazione delle istituzioni culturali e troppo spesso degli stessi media è un enorme ostacolo alla libertà di espressione e di pensiero. Se il MAXXI stia agendo per motivi politici oppure (come dice la Presidente Melandri), per evitare di essere politicizzati, non importa: in entrambi i casi questa politicizzazione ha bloccato il dibattito culturale in Italia in un modo che non potrebbe verificarsi in Germania o in Inghilterra o in America."
      Leggi tutto nel post di Stefano Corradino sul Fatto Quotidiano

      Emmott e Melandri, 20mila firme contro la censura

      "L'auto-censura è una minaccia per la libertà tanto grande quanto un intervento aggressivo". Così Bill Emmott, ex direttore dell'Economist e autore insieme a Annalisa Piras di "Girlfriend in coma" commenta la decisione di rinviare il film. Rinvio a data da destinarsi, ma comunque, come ha ribadito la presidente della Fondazione Maxxi di Roma Giovanna Melandri, non prima delle elezioni, "per tutelare l'Istituzione".

    5. Reached 20,000 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • alessandra rigo MILANO, ITALY
      • over 1 year ago

      Costa cosi' poco aiutare chi ha bisogno.e poi fa bene a noi!!

      REPORT THIS COMMENT:
    • Federico Zocatelli MURFREESBORO, TN
      • over 1 year ago

      Perche‘sono tutti degli ipocriti.....raccontano le belle novelle e poi dietro fanno tutti gli sporchi traffici!!!!!

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      LIBERTA'!!!!!!!

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      Perché se c'è qualcosa da sapere lo voglio sapere PRIMA di votare.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Ornella Ferrari MILAN, ITALY
      • over 1 year ago

      Perchè le persone intellettualmente limitate non dovrebbero ricoprire ruoli di responsabilità.

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.