Legalizzazione della canapa e dei suoi derivati
  • Petitioned Governo Italiano

This petition was delivered to:

Governo Italiano

Legalizzazione della canapa e dei suoi derivati

    1. Franco Fusconi
    2. Petition by

      Franco Fusconi

      Avigliana, Italy

La proposta di legge è presente sul sito: http://www.liberaliantiproibizionisti.org/01/01/2012/la-nostra-proposta-di-legge-per-la-legalizzazione-della-canapa-e-dei-suoi-derivati/

 

La presente legge garantisce che i pazienti affetti da diverse patologie possano avere il diritto ad ottenere, coltivare ed utilizzare la Marijuana (Canapa Indica, Sativa e Ruderialis) per scopi medici laddove il suo utilizzo sia ritenuto appropriato ed è stato raccomandato da un medico che ha determinato che la salute del paziente potrebbe migliorare o trarre sollievo nel trattamento di Cancro, Anoressia, AIDS, Dolori Cronici, Spasticità, Glaucoma, Artrite, Emicrania, Sclerosi Multipla o altre patologie per le quali il medico ne ritenga opportuno l’utilizzo. Inoltre la legge consente di migliorare l’accesso dei pazienti alla Marijuana medica tramite progetti di coltivazione collettive e cooperative.

Limite previsto dalla legge per i cittadini

Art 1) L’utilizzo della Canapa e dei suoi derivati è consentito nell’ambito dell’uso terapeutico con le finalità di alleviare e  contrastare gli effetti di molteplici patologie elencate di seguito: Cancro, Anoressia, AIDS, Dolori Cronici, Spasticità, Glaucoma, Artrite, Emicrania, Sclerosi Multipla. La prescrizione medica rilasciata al paziente che la richiede è valida per un periodo di 12 mesi, e, per l’utilizzo, deve essere fornita dell’apposita marca da bollo da applicare sulla stessa. La prescrizione medica senza la suddetta marca da bollo non può essere utilizzata per l’acquisto della Canapa e dei suoi derivati nei centri autorizzati alla vendita e, inoltre, non ne consente la coltivazione.

Art 1 Bis) Ogni cittadino può detenere, previo prescrizione medica come da art 1, una quantità massima di Canapa (Canapa indica, sativa e ruderialis), o di sostanze derivanti dalla sua lavorazione, pari a grammi 10 o non superiore al numero di cinque piante coltivabili nella propria abitazione. La detenzione massima di grammi 10 è indicata per il possesso, per persona fisica, oltre il quale non è possibile detenere tali sostanze al di fuori della propria abitazione privata mentre all’interno della stessa la quantità massima detenibile si estende alla quantità prodotta dalla coltivazione di 5 piante. Quindi il computo finale da tenere in considerazione per la massima detenzione sono il prodotto delle 5 piante coltivate più i 10 grammi acquistabili nei centri di vendita autorizzati.

Per quanto riguarda i derivati della Canapa che non contengono principio attivo non vi è nessun limite nella detenzione. (Esempio di derivati che non contengono principio attivo: lenzuola, saponette, fibra tessile, profumi ecc.) I derivati della canapa che contengono principio attivo rispondono alla stessa regolamentazione prevista per la Canapa.

Art 1 Ter) I locali pubblici che intendono commerciare e vendere al dettaglio la canapa e i derivati dalla sua lavorazione devono essere in possesso di una regolare licenza rilasciata dalle autorità competenti. I locali pubblici autorizzati potranno vendere la Canapa e altre sostanze derivate da essa per non più di 10 grammi a persona per giorno solare.

Art 1 Quater) Non è consentito l’utilizzo della Canapa nei normali esercizi pubblici ed è altresì vietato commerciare, utilizzare e vendere la canapa e i prodotti derivati nelle adiacenze e in prossimità di Scuole, Asili, Parchi dedicati ai bambini, Piscine pubbliche, palestre. Non rientrano in questa determinata condizione chi utilizza la Canapa o i suoi derivati all’interno di una abitazione privata adiacente o prossima ai luoghi menzionati. L’esercizio pubblico che ha ricevuto l’autorizzazione nel vendere la Canapa e i suoi derivati non può essere fatto oggetto di revoca della licenza o di esproprio forzato per il subentro ex novo nell’area adiacente da altre attività di diversa natura e tipologia

Art 2) Limiti per i produttori di canapa. Chiunque al di fuori dei casi previsti all’Art.1, 1 Bis, 1 Ter, 1 Quater coltivi e produca la canapa deve essere in possesso di una autorizzazione rilasciata dagli organi competenti. Non vi è limite sul numero delle piante e sulla specie coltivabili. Le coltivazioni esterne devono essere accuratamente recintate per impedire l’accesso a persone non autorizzate.

I prodotti vanno venduti con un certificato di qualità che indichi il luogo di coltivazione e la varietà utilizzata. Le coltivazioni possono esserere sia a ciclo naturale sia a ciclo continuato o forzato. La Canapa segue le regolamentazione degli altri prodotti agricoli escluse le normative presenti in questo articolo.

Art 3) Ai responsabili di inadempienze ovvero del non rispetto degli articoli 1, 1 Bis, 1 Ter e 1 Quater e Art 2 verranno comminate le seguenti sanzioni amministrative:

Comma A) per chi detiene, vende, coltiva, commercia, utilizza Canapa e i suoi derivati senza la suddetta prescrizione medica indicata all’Art 1 è applicata la sanzione di Euro 5.000 fino a Euro 20.000 la stessa viene triplicata per chi vende la Canapa e i suoi derivati senza le autorizzazioni necessarie contenute nell’Art 2 ovvero la sanzione applicata è di Euro15.000 a Euro 60.000.

Comma B) Per chi è provvisto della prescrizione medica prevista nell’Art 1 supera i limiti nella detenzione in grammi e nel numero di piante coltivabili previste nell’Art 1 Bis vengono comminate le seguenti sanzioni:

Euro 500 per ogni pianta aggiuntiva coltivata o detenuta oltre a quelle specificate nell’Art 1 Bis; Euro 2.000 per la detenzione aggiuntiva a quella specificata nell’Art 1 Bis per le sostanze derivati dalla Canapa. Per chi senza l’autorizzazione prevista nell’Art 1 Ter e nell’Art 2 pur essendo in possesso della prescrizione medica prevista nell’Art 1 e Art 1 Bis crea abusivamente una coltivazione industriale o un centro commerciale di vendita senza le suddette autorizzazioni vengono comminate le stesse sanzioni previste nel presente Art 3 Coma A.

Art 4) La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Recent signatures

    News

    1. Reached 50 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

      • almost 2 years ago

      Oltre che per stare meglio, se la si mettesse in mano allo Stato si potrebbero risanare il Debito Pubblico.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Giovanni Maurina MEZZOLOMBARDO, ITALY
      • almost 2 years ago

      Per concludere il boicottaggio di una pianta con un enorme potenziale di applicazione nei campi più disparati.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Tiziano Maglio MENDRISIO, SWITZERLAND
      • almost 2 years ago

      Poichè sono convinto che l'ultilzzo della canapa per scopi medici debba poter essere una tra le opzioni di cura di un malato.

      REPORT THIS COMMENT:
      • almost 2 years ago

      perchè staremo tutti meglio e ci sarebbe di sicuro meno criminalità

      REPORT THIS COMMENT:
      • almost 2 years ago

      Perché dicono che siamo liberi...io voglio esserlo veramente.

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.