• Petitioned Sr. Sebastian Piñera

This petition was delivered to:

Presidente de la República de Chile
Sr. Sebastian Piñera
Ministro Secretaría General de la Presidencia, Palacio de La Moneda
Sr. Cristián Larroulet Vignau,
Intendente de la IX Región de La Araucanía, Chile
Andres Molina Magofke
Ministro del Interior y Seguridad Pública
Sr. Andrés Chadwick Piñera
Subsecretario del Ministro Secretario General de la Presidencia
Sr. Claudio Alvarado Andrade
Ministra de Justicia de Chile
Sra. Patricia Pérez Goldberg
Jefe de Gabinete de la Ministra de Justicia
Sr. Andrés Vega Alvarado
Presidente de la Comisión Permanente Derechos Humanos, Nacionalidad y Ciudadanía del Senado de Chile
Sr. Jaime Orpis Bouchon
Secretaria Comisión Permanente DDHH, Nacionalidad y Ciudadanía - Senado de Chile
Sra. Ximena Belmar
Presidenta Comisión Permanente DDHH, Nacionalidad y Ciudadanía Camara Diputados
Sra. Ximena Vidal Lázaro
Presidente Comisión Especial sobre Pueblos Originarios - Cámara de Diputados de Chile
Sr. Gonzalo Arenas Hödar
Abogada Secretaría Comisión Especial sobre Pueblos Originarios, Cámara Diputados de Chile
Sra Ana María Skoknic Defilippis
Ministro Consejero y Director de la DI.DE.HU.
Sr. Juan Pablo Crisostomo Merino
Ministro Consejero y Subdirector de la DI.DE.HU
Sr. Rodrigo Alejandro Espinosa Aguirre
Directora del Instituto Nacional de Derechos Humanos (INDH)
Sra. Lorena Fries Monleón

Fine della violenza di stato contro i bambini e le comunità Mapuche in Cile

    1. Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia
    2. Petition by

      Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia

      Como, Italy

Le comunità Mapuche del sud del Cile, che rivendicano storicamente i diritti territoriali, sono vittime di brutali raid e di un inasprimento delle violenze perpetrate dalla polizia di Stato cilena. Tra i 100 e i 200 agenti svolgono abitualmente incursioni nei territori dove vivono i Mapuche, utilizzando diversi mezzi: blindati, camionette, autobus, idranti, elicotteri. Sono dotati di fucili antisommossa, armi e munizioni di diverso calibro, incluso la mitraglietta UZI (considerata arma da guerra), lacrimogeni e altri armamenti.

Persecuzioni, maltrattamenti, arresti arbitrari colpiscono anche bambini, lattanti, donne incinta e anziani. Queste azioni di estrema violenza, costanti e pianificate, causano terrore nei bambini, spesso vittime di maltrattamenti fisici e psicologici. Spesso assistono alle violenze inflitte dalla polizia ai membri della propria famiglia, con gravi conseguenze psicologiche.

L’uso della forza è giustificato dalla legge Ley Antiterrorista n° 18.314, detta legge antiterrorismo, che consente l'uso di "misure speciali” come l'uso di testimoni ”NN” (non identificati) per rinchiudere in carcere preventivo minorenni accusati di terrorismo.

Lo stesso Defensor Nacional (difensore penale pubblico), Georgy Schuber, ha definito “smisurata” l'azione delle Forze Speciali dei Carabineros e ha chiamato il Pubblico Ministero a valutare “il comportamento del PM Luis Chamorro”, presente a tutte le operazioni della polizia.

Di recente, Amnesty International (Cile) ha lanciato un appello alle autorità affinché rispettino i Diritti del Popolo Mapuche e le violazioni di questi diritti non restino impunite. Inoltre, Amnesty sottolinea che le denunce delle Comunità si stanno moltiplicando in modo preoccupante.

Chiediamo quindi ai rappresentanti del Parlamento Europeo di fare pressione sul Governo del Cile affinché:

- cessino le aggressioni armate e le violenze esercitate contro le Comunità Mapuche che reclamano, richiedono e rivendicano diritti territoriali ancestrali;
- si metta fine ai raid, alle violazioni di domicilio e alla militarizzazione delle zone abitate dalla Comunità Mapuche;
- non si faccia più ricorso alla legge Anti-terrorista 18.314, ai Tribunali militari e alla doppia imputazione contro i Mapuche;
- siano rispettati i Trattati Internazionali da parte dello Stato Cileno, come la Convenzione 169 della OIL, ratificato nel 2008, e tutti gli accordi di tutela dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.

Recent signatures

    News

    1. L’ENCLAVE MAPUCHE

      Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia
      Petition Organizer

      Quella dei mapuche, la gente (che) della terra (mapu), è forse la resistenza più combattiva del pianeta. Dura da sei secoli ed è riuscita a fermare tutte le invasioni di un territorio che oggi si chiama Patagonia cilena. Dove non sono riusciti a passare gli Incas e i conquistadores spagnoli, oggi avanzano le imprese multinazionali del legname, protette dai carabineros di uno Stato che i Mapuche non hanno mai considerato proprio. Contro gli indigeni, il governo di Santiago usa la legge anti-terrorismo di Pinochet ma la mancanza di un apparato centralizzato e la frammentazione delle organizzazioni rendono più difficile la repressione e l’assalto all’autonomia di un popolo che non si riconosce nello Stato, né aspira a conquistarlo.
      Segue: http://comune-info.net/2013/04/lenclave-mapuche/
      Raúl Zibechi | 4 aprile 2013

      L'enclave mapuche -

      C'è un popolo indigeno, nella Patagonia cilena, che resiste a vecchi e nuovi "conquistadores". È la gente della terra, questo significa "mapuche" nella lingua "mapudungun", che ha saputo respingere gli Incas, poi gli Spagnoli e oggi lotta contro le multinazionali del legname. Articolo di Raúl Zibechi

    2. Reached 4,000 signatures
    3. Il Presidente cileno porta repressione: bimbi feriti, raid e nuovi arresti

      Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia
      Petition Organizer

      Martedì 16 ottobre dopo violenti raid della polizia sono rimasti feriti due bambini di 7 e 10 anni e un ragazzo di 23, colpiti al viso e nella schiena. È l'ennesimo attacco della polizia alle Comunità site nella zona di Ercilla (Temucuicui), mentre contemporaneamente in diverse zone mapuche manifestavano in occasione della visita del presidente Piñera nella regione dell’Araucania e per sostenere i giovani prigionieri politici mapuche in sciopero della fame da oltre 50 giorni.
      Segue nel link:
      http://ecomapuche.com/ecomapuche/index.php?option=com_content&view=article&id=539

      Benvenuti su Eco Mapuche

      Il Presidente Piñera porta repressione in Araucania: bambini feriti, raid e nuovi arresti durante la sua visita Escrito por ecomapuche/AAVV Martedì 16 ottobre dopo violenti raid della polizia sono rimasti feriti due bambini di 7 e 10 anni e un ragazzo di 23, colpiti al viso e nella schiena.

    4. ‘Stanno morendo’, i mapuche prigioneri in sciopero della fame in Cile

      Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia
      Petition Organizer

      Un'equipe di Osservatori dei Diritti Umani ha fatto visita nel carcere di Angol, de La Araucanía, ai quattro ragazzi mapuche, età media circa 20 anni, che stanno attuando uno sciopero della fame dal 27 agosto 2012.
      L’equipe ha rilevato le precarie condizioni di salute di Daniel Levinao, Paulino Levipan, Rodrigo Montoya e Eric Montoya, tutti membri della comunità Wente Winkul Mapu di Ercilla. Soffrono vertigini e dolore, si vedono debilitati, dimagriti, hanno perso tra i 10 e 11 kg. L'impressione è che stanno morendo e nessuno fa niente. "
      “Gli scioperanti chiedono l'annullamento dei rispettivi giudizi perché con irregolarità e che si realizzi un nuovo processo, la presenza di una autorità di governo, la fine della Legge Antiterrorista e della militarizzazione che impatta il territorio mapuche.
      http://www.biobiochile.cl/2012/09/29/observadores-de-dd-hh-visitan-a-mapuche-en-huelga-de-hambre-en-carcel-de-angol-se-estan-muriendo.shtml

    5. Reached 3,000 signatures
    6. Cile. Sciopero della Fame ad oltranza dei giovanissimi Prigionieri Politici

      Ass. Amicizia Eco Mapuche Italia
      Petition Organizer

      Integranti della comunità mapuche WENTE WINKUL MAPU
      COMUNICATO PUBBLICO NUMERO 7

      I prigionieri politici della comunità Wente Winkul Mapu dei Lof Chekenco: Paulino Levipan Coyán, Daniel Levinao Montoya, Rodrigo Montoya Melinao e il suo portavoce Eric Montoya Montoya.
      Desideriamo comunicare all'opinione pubblica nazionale e internazionale ciò che segue:
      Oggi, 23 settembre, ci innalziamo con voce carica di forza e rivendichiamo la lotta per recuperare la terra che ci hanno sottratto, per essere i degni figli di questo popolo che con coraggio e con il sangue ha continuato a difenderla attraverso i secoli.
      Segue: http://ecomapuche.com/ecomapuche/index.php?option=com_content&view=article&id=521

      - In Cile, continuano gli arresti arbitrari, ingiustificati come ai tempi della dittatura che non si sa dove siano le persone detenute dalla polizia .
      Fonte mapuche: http://www.mapuexpress.net/?act=news&id=9186
      http://www.mapuexpress.net/?act=news&id=9186

    7. Reached 250 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • Luca Urbinati SAN COSTANZO, ITALY
      • about 1 year ago

      Es muy importante para mì porque ningùn pueblo debe ser oprimido para su Gobierno o otros pueblos o malas personas.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Erica Sayira Davila MILAN, ITALY
      • over 1 year ago

      I bambini sono il futuro del mondo...

      REPORT THIS COMMENT:
    • piera foconi ITALY
      • over 1 year ago

      basta con i soprusi

      REPORT THIS COMMENT:
    • Andrea Monnis CAGLIARI, ITALY
      • over 1 year ago

      Perchè la terra è di tutti!!

      REPORT THIS COMMENT:
      • over 1 year ago

      perchè la gente ha il diritto ad avere una vita felice

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.