Chiediamo al ministro Clini di non rilasciare l'AIA all' ILVA di Taranto
  • Petitioned Min. Corrado cliniClini

This petition was delivered to:

Ministero dell'Ambiente
Min. Corrado cliniClini

Chiediamo al ministro Clini di non rilasciare l'AIA all' ILVA di Taranto

    1. Pasquale Gentile
    2. Petition by

      Pasquale Gentile

      Roma, Italy

L'Aia (Autorizzazione integrata ambientale) che rilascerà il governo all'Ilva eviterà la chiusura immediata dello stabilimento (quanto chiesto del Gip Tudisco), prolungherà di circa 4 anni i tempi di adeguamento dell'impianto ma consentirà all'ILVA di Emilio Riva di continuare a emettere veleni dannosi per l'organismo degli abitanti di Taranto.

Emilio Riva può e deve risanare l'impianto siderurgico ILVA con i profitti raccolti in tutti questi anni, è un dovere morale e etico verso la città di Taranto che da anni porta in grembo l'industria siderurgica.

Il ministro Clini deve essere trasparente e non deve rilasciare questa autorizzazione integrata.

Recent signatures

    News

    1. Reached 250 signatures

    Supporters

    Reasons for signing

    • cinzia tani FIRENZE, ITALY
      • almost 2 years ago

      Il diritto alla salute di tutti è un dovere per ognuno di noi

      REPORT THIS COMMENT:
    • mariasilvia imperatrice TARANTO, ITALY
      • about 2 years ago

      perché sono tarantina e voglio poter vedere crescere i miei figli in questa città. sono convinta che si possano risanare gli impianti e adeguarsi alle leggi. SONO FUORI NORMA.

      REPORT THIS COMMENT:
    • Angela Montalto CATANIA, ITALY
      • about 2 years ago

      Frutto di vecchie speculazioni e causa di nuovi dolori.Cassa integrazione e chiusura momentanea ILVA, il tempo utile per l'adeguamento"anti inquinamento".

      REPORT THIS COMMENT:
      • about 2 years ago

      ARIA PULITA!!!

      REPORT THIS COMMENT:
    • Matteo Magnisi BARI, ITALY
      • about 2 years ago

      BECAUSE PEOPLE MUST BE LIVE

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.