Subito gli Stati Generali contro la violenza
  • Petitioned AL GOVERNO E AL PARLAMENTO ITALIANO

This petition was delivered to:

AL GOVERNO E AL PARLAMENTO ITALIANO

Subito gli Stati Generali contro la violenza

    1. Petition by

      Ferite a Morte

Ancor prima che materia giuridica, è emergenza culturale. Coinvolge tutti, uomini e donne. Bisogna affrontarla subito, partendo dalla prevenzione come altri Paesi hanno già fatto.

Per questo chiediamo al Governo di convocare con massima urgenza gli Stati Generali contro la violenza sulle donne. La lotta contro ogni forma di sopruso, fisico e psicologico, verbale e virtuale, deve essere la priorità dell’agenda politica di Governo e Parlamento.

È l’appello di Ferite a morte (www.feriteamorte.it), il progetto teatrale scritto da Serena Dandini, in collaborazione con Maura Misiti, che sostiene la Convenzione No More!

Fb: https://www.facebook.com/FeriteAMorte

Twitter: @FeriteAMorte #statigeneralicontroviolenza

____________________________________

Appello di Serena Dandini:

A volte le cose sono più semplici di quello che sembrano. Non servono investimenti mastodontici e non c’è bisogno di chiamare l’esercito o invocare la pena di morte. In Italia ci sono già leggi, esempi virtuosi, energie locali e esperienze professionali che lavorano da anni contro la violenza alle donne: vanno ascoltate, coordinate, finanziate e collegate in un nuovo piano nazionale.

Una donna maltrattata, minacciata, molestata, umiliata da violenze fisiche o psicologiche è un dramma e un danno per la società intera, non un trascurabile effetto collaterale di una storia d’amore andata a male.

Siamo tutti coinvolti e responsabili, anche se non direttamente violenti, perché abbiamo comunque ignorato o avallato comportamenti considerati bonariamente scontati, endemici della nostra cultura mediterranea, simpatici machismi che fanno folklore e nessun danno. E invece anche le parole sono delle armi taglienti. Non possiamo più sentire negli articoli di cronaca frasi come «Delitto passionale» o «Raptus improvviso di follia». Che raptus può essere un gesto annunciato da anni di violenze, minacce e ricatti?

Lo sapevano tutti che prima o poi qualcosa sarebbe successo: i vicini, il quartiere intero, persino al pronto soccorso e al commissariato di zona dove fioccano a volte denunce inascoltate. L’Italia è stata severamente redarguita dalle Nazioni Unite nella relazione di Rashida Manjoo, Rapporteur speciale del 2012 che dopo gli insulti al presidente della Camera avrebbe forse rincarato la dose:

«La maggior parte delle manifestazioni di violenza in Italia sono sotto-denunciate nel contesto di una società patriarcale dove la violenza domestica non è sempre vissuta come un crimine… e persiste la percezione che le risposte dello Stato non saranno appropriate o utili».

Parole pesanti, gravissime, che avrebbero dovuto almeno stimolare un dibattito e che invece sono scivolate via nei cestini dei ministeri. Se ci sgridano per il debito pubblico o lo spread che s’innalza, corriamo come bambini impauriti a giustificarci mentre davanti a queste «vergogne» i governi fanno spallucce.

La violenza maschile sulle donne non è una questione privata, ma politica.

Ecco perché vi chiedo di firmare l’appello di «Ferite a morte» che chiede al Governo e al Parlamento di convocare senza indugi gli Stati Generali contro questa violenza. Servono interventi immediati, è necessario riconoscere l’urgenza e istituire finalmente un Osservatorio Nazionale che segua il fenomeno.

Grazie,

Serena Dandini via Change.org

To:
AL GOVERNO E AL PARLAMENTO ITALIANO
Subito gli Stati Generali contro la violenza

Sincerely,
[Your name]

Recent signatures

    News

    1. Reached 50,000 signatures
    2. Reached 7,000 signatures
    3. Ferite a Morte a Palermo, Bologna e Genova (2012)

      <iframe width="560" height="315" src="http://www.youtube.com/embed/AFLqldmIhNg" frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

      Il video delle tappe 2012 | Ferite a morte

      È il titolo del nuovo progetto teatrale di Serena Dandini che si propone l'obiettivo di destare l'attenzione dell'opinione pubblica e del governo italiano sul tema del femminicidio, cioè della violenza perpetrata spesso con tragiche conseguenze sulle donne.

    4. Reached 6,000 signatures

    Supporters

    @valeriafedeli

    May 08, 2013

    Una commissione di inchiesta sul femminicidio. L'abbiamo chiesta oggi in una lettera al Presidente Grasso #opensenato http://t.co/lz8szCGBQp

    valeria fedeli
    1.15k followers

    @gramellinifan

    May 08, 2013

    RT @ChangeItalia: subito gli #statigeneralicontroviolenza contro la violenza http://t.co/AhWKdNyCse

    massimo gramellini
    13.7k followers

    @ferrero_paolo

    May 06, 2013

    ho appena firmato l'appello di @FeriteAMorte per gli stati generali contro la violenza sulle donne. Per aderire: http://t.co/unTdVs1jBD

    Paolo Ferrero
    11.9k followers

    @FinocchiaroAnna

    May 06, 2013

    Ho firmato l'appello di @FeriteAMorte. Il #femminicidio e la violenza sulle #donne costituiscono una tragedia sociale che va fermata.

    Anna Finocchiaro
    45.2k followers

    @gadlernertweet

    May 06, 2013

    Ferite a morte, la petizione contro la violenza sulle donne http://t.co/cQNBzf4lVn

    Gad Lerner
    129k followers

    @BeppeGiulietti

    May 08, 2013

    @ChangeItalia Articolo 21 aderisce alla petizione #subito gli stati generali contro la violenza #change.org

    Beppe Giulietti
    8.49k followers

    @luisellacost

    May 07, 2013

    @FeriteAMorte aderisco convintamente al vostro appello #statigeneralicontroviolenza. E' ora di reagire a questa strage inaccettabile.

    luisella costamagna
    7.71k followers

    @SerenaDandini

    Mar 22, 2013

    Cari tutti, finalmente l'8 Aprile saremo a Roma nella mia città con Ferite a Morte: un cast d'eccezione a mettere... http://t.co/ghzzvk97L0

    Serena Dandini
    184k followers

    @SusannaCamusso

    May 04, 2013

    Feriteamorte.it, firmiamo l'appello per gli stati generali contro la violenza sulle donne! @FeriteAMorte

    Susanna Camusso
    50.4k followers

    @concitadeg

    May 05, 2013

    E' questa https://t.co/1FvgQFSx7r

    Concita De Gregorio
    154k followers

    @IaconaRiccardo

    May 03, 2013

    Un paese che non fa nulla per abbattere la statistica delle donne uccise e per arginare endemica violenza e' complice di quelle violenze

    riccardo iacona
    24.8k followers

    Reasons for signing

    • Matteo Bulloni POSADA, ITALY
      • 7 months ago

      Perchè non se ne può più di questa violenza gratuita! Perchè si adottino tutte le misure per garantire la sicurezza dei cittadini ed in particolare delle persone più deboli, donne anziani e bambini!

      REPORT THIS COMMENT:
      • 7 months ago

      LOS DERECHOS HUMANOS

      REPORT THIS COMMENT:
    • Antonella Galli BUSTO ARSIZIO, ITALY
      • 7 months ago

      perchè abbiamo raggiunto livelli di competenze/capacità che fino a 20-30 anni fa neanche ci sognavamo e perchè questa cosa, certi uomini, non la gradiscono.

      REPORT THIS COMMENT:
      • 8 months ago

      perchè donna, perchè mamma e perchè cittadina di uno Stato presumibilmente civile

      REPORT THIS COMMENT:
      • 8 months ago

      Non è ammissibile che in un paese "civile" sia possibile lo sterminio di persone che vogliono vivere liberamente la loro vita scegliendo per sè solo perchè DONNE. L'uomo che le uccide pensa di poterlo fare solo perchè UOMO

      REPORT THIS COMMENT:

    Develop your own tools to win.

    Use the Change.org API to develop your own organizing tools. Find out how to get started.